lunedì 28 febbraio 2011

Perchè fa il vino?

-le calze della Santuzza, acqua o vento, non le ha viste altri che massaro Filippo l'ortolano; questa è la verità-
-perché?- ci domanda Poetessa interrompendo la lettura.
Silenzio...
-Filippo l'ortolano faceva il vino...che vuol dire?-ci da un indizio.
Stivale prova a rispondere:- L'ha fatta ubriacare e poi...-
-E sè....-la prof scuote la mano- è perché così non paga il dazio-

sabato 26 febbraio 2011

The worst pies in London...


By the way the people keep avoiding,
Mind you I can hardly blame them,
These are probably the worst pies in London...
I know why nobody cares to take them
I should know, I make 'em,
The worst pies in London...

Di questa ricetta ci sono numerose variazioni poiché questo è un piatto tipico londinese: stiamo parlando della "Meat pie"...

ingredienti:
-500 gr di carne tritata 
-2 rotoli di pasta sfoglia pronta
-6 patate (se sono abbastanza grandi usatene 4)
-1 bicchiere di latte
-50 gr. di fontina
-1 uovo
-1/2 cipolla
-1/2 carota
-concentrato di pomodoro
-pepe
-paprika
-cannella
-noce moscata
-zenzero in polvere


preparazione:
  1. Tritate finemente cipolla e carota e mettetele a soffriggere in una pentola con un filo d'olio.
  2. Unite la carne tritata e fate rosolare bene aggiungendo le spezie a piacere ( se non piace il piccante si può evitare la paprika).
  3. Sciogliete un pò di concentrato di pomodoro in mezzo bicchiere d'acqua e unitelo alla carne.
  4. Lasciate raffreddare.
  5. Cuocete in pentola a pressione le patate finchè non saranno lessate.
  6. Sbucciatele e mettetele in un recipiente, poi schiacciatele con una forchetta.
  7. Tagliate la fontina a pezzetti piccoli e unitela alle patate.
  8. Amalgamate il tutto con il latte intiepidito.
  9. Stendete in una tortiera rivestita di carta da forno uno dei rotoli di pasta.
  10. Ricoprite il fondo con uno strato di purea di patate.
  11. Fate uno strato centrale con la carne tritata e ricoprite con il resto della puerea.
  12. Coprite il tutto con il secondo rotolo di pasta e chiudete bene ai bordi.
  13. In un recipiente sbattete l'uovo e spalmatene un pò con un pennello da cucina sulla torta.
  14. Infornate a 170 gradi per 30 minuti circa.
  15. Servite tiepida
La preparazione per immagini:
Carne tritata unita al concentrato di pomodoro
Purea di patate, fontina e latte
Strati di purea
Pronta per il forno!
La saporita fine

Attenzione! Durante la preparazione non sono stati maltrattati gatti o cani ;-)

venerdì 25 febbraio 2011

giovedì 24 febbraio 2011

E ora...pulisci!!

NON CE LA FARETE MAI!
Ci ritroviamo scritto sulla lavagna questa mattina dalla bidella.
-Non riusciremo mai a far cosa??-domanda Stivale.
-Penso...a mantenere la classe ordinata-dice  Ace mentre contempla la lavagna- Ma qui ci vuole una modifica!- "Corregge": NON CELA FARETE MAI! 
Poi sotto scrive: non ce la faremo mai a stare zitti e ora...pulisci!!

Stewie Griffin

mercoledì 23 febbraio 2011

Come ti butta?

-Vuoi venire anche tu in geografia?- domanda Poetessa a Fierobecco.
-Boh, non saprei...-
-Va bene,va bene-lo interrompe la prof-Prima vedi come butta alla tua compagna-
Anche le prof si modernizzano...

martedì 22 febbraio 2011

Matematica, un gran rompicapo

In matematica viene interrogata Amy ma verso la fine dell'ora inizia a perdere qualche colpo...
-Amy si è rincoglionita-sottolinea Raperonzolo-Ma in fondo...la capisco-

lunedì 21 febbraio 2011

Il cavaliere è pronto a tagliare teste...

Ho fatto le foto ed è completamente asciutto....fa davvero un gran bell'effetto =D

Oltre a questo avevo fatto per Natale, ma non ho intenzione di togliere perché sono favolosi, Babbo Nachele e il cagnolino Zero... 


Cosa ne pensate?

Compleanno di una prof...

Oggi abbiamo festeggiato il compleanno della super prof ...Latina!!
L'organizzazione ha riguardato parecchie settimane: il ritiro di 3 euro a testa, foto con la prof (senza dare nell'occhio) e prepararsi una lettera strappa lacrime.
Ognuno di noi ha portato da bere e da  mangiare.
Il regalo è stato un albero di mimosa e la foto premeditata della classe con dietro la letterina.
Con i soldi avanzati abbiamo preso palloncini in gran quantità di varie forme, cappellino con laccio che sega il collo, bicchieri, fiore canterino come candela sulla torta e varie altre cose.
Murigno
Le abbiamo anche fatto cartelloni con Murigno (il sogno proibito della prof) e " La prof migliore ab urbe còndita"( =dalla fondazione di Roma) e infine un altro super gigante "NO LATINA NO PARTY!!".
Per quelle due ore si è scherzato e la prof è stata contentissima.
Dopo di lei arriva Poetessa e abbiamo dovuto mettere a posto tutto, a parte qualche palloncino a terra e i festoni ancora attaccati al soffitto: l'aula è tornata come nuova. Durante l'ultima ora Amy scrive, insieme ad altre compagne, sui palloncini di nascosto, ma gliene scoppia uno; ha cercato di rimediare dicendo che le è caduta la penna sul palloncino, ma la prof non ci ha creduto affermando come un sergente americano pronto a un attacco in Vietnam:   
-Questi palloni devono essere eliminati!-
Alla fine delle lezioni Zucco, come un cavaliere che sfila la spada dal fodero pronto a combattere contro il terribile drago, sfila le forbici dall'astuccio e afferma:- Eliminiamoli!!-con sguardo euforico.
La battaglia è stata vinta con onore e gloria.. e un casino di rumore!

domenica 20 febbraio 2011

Un perfetto Cavaliere senza testa...sulla finestra

 Avete presente quelle finestre decorate da adesivi colorati a Natale?
Ebbene, oggi abbiamo deciso di toglierli ma a me sinceramente non piacciono le finestre vuote e così mi sono messa all'opera a fare NUOVI STICKERS!!
Li faccio io personalmente con colori particolari che si trovano in ogni cartoleria ben fornita.
Le indicazioni "standard" per creare perfetti disegni colorati sono queste:

  1. Mettere il modello da dipingere sotto una pellicola adatta 
  2. Ripassa i contorni con il colore nero e lasciare asciugare per 1-2 ore. 
  3. Con il colore per vetri riempire uniformemente la superficie tra i contorni. 
  4. Dopo circa 24 ore togliere il motivo dalla carta.
  5. Metterlo sul vetro nella posizione che meglio preferite e premete leggermente.

Io ormai sono un paio di anni che li faccio e vi do un consiglio iniziale: anziché spendere molti soldi per una pellicola adatta, usate la carta da forno. Io i soggetti  li prendo da internet e li copio direttamente dallo schermo del PC appoggiandoci la carta sopra.
Se volete ingrandire l'immagine basta salvarla e la aprite con "window" ingrandendola a proprio piacere. Attenti! A non bucare lo schermo con la matita, fate con calma e tenete la mano leggera =)
Per asciugarlo, mettetelo su una superficie piana in modo che non coli il colore fresco.
Se siete impazienti, io per esempio ho una stufa di terracotta dove posso appoggiarci sopra il disegno senza che diventi cenere e in un pomeriggio è ben asciutto.
Oggi mi sono cimentata a fare il diabolico...
"Cavaliere senza testa"
L'ho ricalcato e riempito interamente con il colore nero. Adesso è ad asciugare sulla stufa. C'è stato un problema per quanto riguarda la gamba  del cavallo che non c'è stata sul foglio ma...niente paura! 
L'ho fatta su un altro foglio e le unirò sul vetro.



Certamente metterò le foto con il Cavaliere sul vetro...
Intanto vi lascio alcuni soggetti da poter copiare.
Buon Lavoro!




Il mio prossimo progetto

sabato 19 febbraio 2011

Malavoglia = mattone

-Prof, che libro pensa di farci leggere in questo quadrimestre?-le domanda Eminem.
-Ancora non lo so ragazzi, penso qualcosa di leggero: avete già quel mattone dei "Malavoglia", il quale...è un mattone SUL SERIO-

venerdì 18 febbraio 2011

Ho paura dei mostri...

Questa notte Al decide di fare il passo fatale: andare a dormire da solo nel lettino.
Noi dovremmo dormire in camera insieme e i letti sono separati da una scrivania.
Io da brava sorella gli faccio compagnia e vado nel letto alle 21!! Ma è troppo presto!!! Sono troppo notturna per certi orari e mi munisco di Ipod sotto il cuscino.
-Buona notte!-ci auguriamo spegnendo la luce.
Al lo sento girare e rigirare imperterrito nel letto togliendo tutte le coperte:-Lydia! Non riesco a dormire!!-si lamenta sbuffando.
-Chiudi gli occhi e pensa a cose belle- gli consiglio ciò che mi hanno da sempre detto i miei genitori.
-Ma come faccio?! E se mentre chiudo gli occhi mi assale un mostro???-esclama sbigottito e da seduto cerca di vedere sotto il mio letto, la scrivania.
-Ci sono io! Io non ho paura di loro...- dico per dargli conforto.
-Ma dai Lydia! Non dirmi bugie!!-

giovedì 17 febbraio 2011

Quanti ricordi dinosaureschi....

Da oggi abbiamo per inglese una nuova prof, non è proprio una nuova e neanche l'altra l'abbiamo sbranata per un brutto voto o l'abbiamo fatta a pezzi...è soltanto la sostituta perché l'altra starà in malattia per molto tempo.
Dopo aver fatto conoscenza e corretto i compiti, leggiamo un brano sulla scuola.
-Sa prof- dice Fierobecco interrompendo la lettura- questo testo mi riporta in mente quando all'asilo per la diligenza mi avevano regalato un piccolo dinosauro giocattolo...-
-E' una buona cosa- dice sorridendo la prof.
Continua a leggere un altro ma Fierobecco non smette di parlare con Stivale.
-Ehi tu!-si arrabbia la nuova prof- Guarda che se continui così non riceverai nessun dinosauro!-


mercoledì 16 febbraio 2011

Biscotti arancia & cannella

Oggi il tempo è piovoso e le nuvole sono scure e tenebrose all'orizzonte.
Ma...noi non restiamo con le mani in mano e ci mettiamo a fare dei gustosi...
BISCOTTI ARANCIA&CANNELLA!!
La buonissima ricetta l'ho trovata sul blog: http://pensieriepasticci.blogspot.com

Gli ingredienti sono:
15/20 gr.scorza di arancia biologica
1 uovo intero 
1 pizzichino di sale
100 gr.burro morbido
100 gr.zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella
180 gr.farina 00

Il tocco magico:
Tritare la scorza d'arancia.
Aggiungere il burro, l'uovo, lo zucchero ed il pizzico di sale e frullare.
Unire ben amalgamati fra loro, la farina setacciata, il lievito e la cannella e impastare. 
Se l'impasto risulta troppo duro o poco unito, metteteci dentro un goccio di latte e mischiate.
Con due cucchiai da cucina creare tante piccole montagnette di impasto sulla placca del forno ricoperta di carta antiaderente, distanziandole bene fra loro...
Cuocere in forno caldo, non ventilato, a 180°per circa 15 minuti, appena sono leggermente dorati togliere le teglie e lasciare raffreddare....
E...voilà!!

Penso che li mangeremo con una buona tazza di cioccolata calda aromatizzata alla cannella... slurp..
Perché non provate  anche voi a fare  altrettanto ? =)

martedì 15 febbraio 2011

Cosa fa Manzoni??

-Manzoni lo mette sempre in bocca a Renzo-ripete Poetessa tre volte suscitando idee strane nelle giovani menti di Raperonzolo e Bea...

lunedì 14 febbraio 2011

Il fu Mattia Pascal

Oggi andiamo a teatro a vedere l'opera teatrale di Pirandello: Il fu Mattia Pascal.
Il teatro si trova sul mare e noi dalla città dobbiamo farla completamente a piedi...(è come dire fare a piedi il giro d'Italia per dei secchioni senza moto nel sangue).
Per strada io, Raperonzolo e Bea discutiamo i nostri progetti dopo lo spettacolo: Altz prima di prendere l'autobus!! Una idea grandiosa!!
Ma non abbiamo preso in considerazione che oggi è sciopero per i bus e quindi non passano e perciò il ritorno bisogna farlo tutto a piedi. Comunque...
Durante lo spettacolo quando Raperonzolo si volta per domandare a Poetessa quando finisce... la trova addormentata. Io l'opera teatrale l'ho trovata molto bella e commovente.
Al ritorno mi è venuta a prendere mia mamma davanti a scuola ma...la scarpinata non me la sono risparmiata...
Tutto ben quel che finisce bene...


domenica 13 febbraio 2011

Smetti di guardare Sleepy Hollow

Mio fratello l'altra settimana aveva la febbre e si svegliava di notte con allucinazioni e piangeva.
Mia mamma lo consolava e lo rimetteva a dormire.
Io questa notte mi sono svegliata facendo incubi orrendi: teste mozzate, sangue , buio...
Chiamo mia mamma terrorizzata e lei mi domanda il motivo di tanto fracasso.
Le racconto tutto e lei sulla porta  sbatte le palpebre e dice:-Smetti di guardare "Sleepy Hollow"-
Prende e se ne va a letto.
Le mamme, certe volte il loro affetto è troppo incontenibile...

sabato 12 febbraio 2011

La baguette! Nei Promessi Sposi??

-Che pane avevano nel "Forno "delle Grucce" durante la rivolta a Milano nei "Promessi Sposi"?- domanda Poetessa a Zucco.
-la Baguette- sussurra Paglia da dietro.
-La baguette!- ripete Zucco.
-Ma no...- esclama demoralizzata la prof mettendo la testa fra le mani.
La morale è: mai dar detta ai consigli altrui...

venerdì 11 febbraio 2011

Compleanno di classe

Ieri sera una mia compagnia di scuola ha festeggiato la festa di compleanno alla "Perla nera".
L'appuntamento era per le 20:30.
Il regalo lo avevamo fatto in comune mettendo 5 euro a testa. Il risultato finale furono vari oggetti messi tutti in una scatola stampata con le rose. Il biglietto d'auguri era una pagina di giornale, ma ciò di cui parlava era viagra e preservativi extra-large. (Ohps..forse si doveva leggere prima di comprare. Che figura ci facciamo noi del Classico?)
Per aprire i regali però la festeggiata doveva rispondere a domande di tipo geografico (horror!).
La prima:-Qual'è il fiume del Brunei ?-
Domanda difficile...1 indizio:il verso che fanno le capre?-
Si va a tentativi:-Beeeehhh, belainto (dove è scappato fuori)...dopo vari avviene il miracolo: belato!!-
Si lascia perdere il giochino e si aprono liberamente i pacchetti di cui uno è il pigiama di Trilli.
-No,no! -lo agguanta Mickey ridendo- questo è per Che!-
La festeggiata aveva portato anche una buonissima torta con il numero esatto di 16 candeline e una fontana a forma di fiore che cantava "Happy birthday to you".
Quest'ultima non smetteva e Fierobecco dal nervoso la sbatte violentemente sul tavolo. I pezzi schizzano via ma la canzoncina continua.
Si prendono provvedimenti seri: dissezionare l'oggetto. Ne ricavano una batteria legata da due fili rossi.
-Oh Dio! Quale tolgo? Quello rosso o...quello rosso?- esclama intimorito Fierobecco.
Ne cava uno con il sudore alla fronte, noi ci nascondiamo sotto il tavolo ma...tutto funziona, la bomba è disinnescata!!

mercoledì 9 febbraio 2011

Scendi! Scendi!

Oggi prendiamo il solito autobus per andare in palestra, visto che nella nostra scuola non c'è.
Sull' autobus sale anche un'altra classe che va in un'altra palestra... L'autobus si ferma.
-Chi scende?- echeggia.
-Scendiamo noi?-ci domanda Raperonzolo.
-Ma si,si!! Scendiamo noi!! -esclama Bea spingendo Raperonzolo- Forza! Forza! Sbrigati a scendere-
Raperonzolo si dirige immediatamente giù per le scale aperte con gran velocità però...nessuno si muove a parte l'altra classe.
-Rape! Muoviti a salire!!- le urla Bea ridendo.
Ma Raperonzolo è stata impossibilitata per quasi cinque minuti e ci guarda con volto arrabbiato che intima: vi ammazzo!!
Tra me e Bea non si capisce chi ride di più...

martedì 8 febbraio 2011

Voglio venire interrogato..davvero?

Poetessa viene subito dopo la ricreazione e inizia a scrivere alla lavagna.
Noi, ancora agitati dalla ricreazione, facciamo casino.
-Ragazzi, forse vorreste esprimervi meglio con una interrogazione...-dice la prof seria ma con un tono sarcastico. Continua a scrivere.
-Io voglio essere interrogato!-dice studente M alzando la mano e braccio compreso.
-Davvero?- strabuzza gli occhi Poetessa girandosi dalla parte della voce-vuoi venire interrogato in storia?-
-Eh? No,no...ma che. Neanche morto! Sui testi teatrali-risponde l'alunno.
Non ci sono tanti volontari in storia...

lunedì 7 febbraio 2011

Tutta una questione di bidoni

Con Raperonzolo e Bea andiamo all'Altz.
Io ho ricominciato la scuola dopo l'influenza, mentre mio fratello è a casa in balia della febbre...
Per la stradina che ci separa dall'Altz vediamo una vecchietta che indossa un camice blu a strisce bianche con in mano grandi barili che strisciava a terra.
Raperonzolo la guarda ridacchiando sotto i baffi...
Alla signora gliene cade uno e stenta a raccoglierlo.
Raperonzolo questa volta non resiste e ride.
-Ma Raperonzolo quanto sei cattiva!-la rimprovera Bea.
-Ma dai, scherzo..Sai che la maggior parte delle volte che apro bocca è per dire stupidate...-
-Solo perché è una vecchietta indifesa? E se fosse successo a me?-
-Beh, allora si che mi sarei divertita davvero...-

domenica 6 febbraio 2011

Compleanno di Al!!

Appena tornata dal compleanno di mio fratello!!
Il 1 febbraio Al ha compiuto sei anni e si crede un ometto.
Oggi l'ha ammesso pubblicamente con i suoi amichetti e amichette di asilo.
"Adesso ci vogliono due mani per contare i miei anni!"
C'erano pochi bambini perchè quasi tutti influenzati, ma mio fratello era alle stelle dalla gioia.
Io ho tentato di fare da animatrice. E mi sono divertita un sacco!
Mio nonno rideva guardando Fifì un ragazzino di 13 anni (grande mangiatore e divoratore di cioccolata) mentre trangugiava la sua fetta di torta con tanta voracità modello bambino "Augustus Gloop" della "Fabbrica di cioccolato" quando ormai si ammazza dentro il fiume di cioccolata.
- Fra poco gli esce dalle orecchie- diceva il nonno.
Mio fratello insieme al suo amichetto mettono le bandierine degli stati, infilzate dentro i tramezzini, sulla testa dei due gemellini, fratelli di una loro compagna di asilo.
Finita la festa, mio babbo e il 13enne si divertono a fare fracasso rompendo i palloncini col piede. Anche una mamma che portava il tacco a spillo ci prova ma ci ha rimesso solo una grande caduta col fondo schiena.
Ciliegina sulla torta? Mio fratello si è stancato troppo, gli è venuta la febbre e si è addormentato in macchina.
Mio babbo lo porta dentro casa e lo mette steso sul divano ma lui si alza di scatto e tenta di buttarsi dentro il camino con il pretesto che ha freddo. Direi proprio che ha un febbrone da cavallo!

venerdì 4 febbraio 2011

Non sei presente!

Io sono sempre ammalata ma Raperonzolo no e mi ha raccontato una situazione capitata a scuola questa mattina:
-Allora Studente A!! Mi sto arrabbiando! Non sei attento alla lezione! Mi sembri assente, distaccato...Guarda che ti do una nota!- minaccia la prof alzando gli occhi dal registro con fare minaccioso.
-Ehm..in realtà Studente A non c'è proprio Prof-dice il suo compagno di banco fissando la sedia vuota.

giovedì 3 febbraio 2011

Fonzies: se non ti lecchi le dita...

Dal ritorno della vacanza sulle nevi ho preso una grande influenza.
Oggi ho fatto entrare Polly in casa che subito si è comodamente sistemata sul divano.
Inizio a guardare un film e in nostra compagnia prendo..."I Fonzies"!!
Polly punta il cibo con insistenza e appoggiando il muso sulle mie gambe alza i grandi occhi nocciola in modo pietoso.
Gliene mollo uno. Mentre mastica ne prendo uno io e lo agguanta.
La stessa cosa succede per altri tre.
Finché Polly, spazientita per quel numero ridotto infila il "Grande  naso" dentro il pacchetto divorandosene la metà. Forse avrebbe completato il record di "svuotatrice di pacchetti di Fonzies" se non l'avessi scansata via.
Infine come rituale Polly si lecca le dita..ohps..le zampone.

Fonzies se non ti lecchi le dita
godi solo a metà

mercoledì 2 febbraio 2011

Resoconto della vacanza sulle nevi

il nostro Hotel
1 giorno: sull'autobus dell'andata io e Bea abbiamo imitato vocine ridicole come quella di "Marvin il marziano" dei "Looney Tunes" e di "Alvin superstar".
La classe cantava canzoni accompagnata dalla  chitarra. Arriviamo: le valigie erano enormi e pesantissime; l'ascensore era occupato, e io e Raperonzolo abbiamo dovuto portarle al secondo piano facendo quattro rampe di scale interminabili.
2 giorno: prima lezione di sci con istruttore. Io sapevo già un po' sciare ma ho preferito ricominciare dalle basi. Anche se le basi si erano dimostrate più complicate del previsto: con uno solo sci camminare in salita senza racchette!!
A sera per cena abbiamo ricevuto zuppa di funghi verdognola. Non fatevi ingannare dall'aspetto molliccio e viscido: è buonissima!
3 giorno:la lezione di sci mattutina è stata davvero estenuante: discesa a spazzaneve (punte di sci unite e parte posteriore  aperta) senza racchette con risalita sul bordo ghiacciato. Mega sudata!
Quelli blu sono i miei sulla ovovia
Nel pomeriggio io insieme a Amy, Raperonzolo e Eddy abbiamo provato ad allenarci ma la risalita per tornare al rifugio è stata davvero scivolosa e ci siamo perse Eddy che è rotolata in fondo a valle come inghiottita dalla neve. Per fortuna la galanteria di Che e Ace l' hanno salvata: come potremmo fare senza questi paladini della giustizia?
4 giorno:disgrazia!! Ho preso l'influenza!!! E' durata per tutta la settimana: addio sci!!!!!
Durante il pomeriggio ho pensato di andare alle terme ma un giramento di testa mi ha fatto cambiare idea. Ciò non riguarda due mie compagni che incrociandomi per il corridoio mi chiedono se ci voleva molto ad arrivare alle terme e li ritrovo là con solo ciabatte, cuffia, costume: il clima? 3  gradi sotto zero.
5 giorno: ho attaccato l'influenza a Raperonzolo (inevitabile).
Ho chiamato a casa e mi è stato detto che Polly ha preso predominio del mio letto marchiando il cuscino con la pipì!
6 giorno:vado con Eddy dalla "nonna": una pasticceria  che fa dolci, tè, cioccolata calda davvero squisiti.
Come la giudichiamo noi? La nonna, lei si che è una donna con le palle!
7 giorno: si parte!! La mattina shopping sfrenato in quattro negozietti e poi subito dopo pranzo si va sull'autobus per il ritorno.
Alle ore 15 l'intero autobus intona una canzoncina: "stiamo andando in autobus e ci scappa la pipi...autogrill!!!!!!"
Dopo la sosta si parte fino al beato ritorno.
Con dispiacere e con le lacrime agli occhi salutiamo la amata terra di Pejo che per solo sei giorni l'abbiamo sentita un po' nostra...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...