domenica 31 ottobre 2010

sabato 30 ottobre 2010

Ma sei ubriaca?

Correggiamo insieme frasi di greco:
-Cosa significa "ὥς"?-chiese la prof alla studente G.
(per chi non lo sapesse, ὥς in greco significa, in posizione di avverbio, "così")
-Si,si,ὥς significa "lui"-
La prof la guarda storto.
-No,no ὥς significa "però" (occhi ancora storti) no,no significa "che"! No ,no significa dove!-
Infine la prof con un lieve giramento di testa:-ma sei ubriaca?-
-No,no (arriva il suggerimento di un compagno) "così", ὥς significa "così"-

Latinhorror!!

TA,TA,DAN!!! Scoccano le ore della fatidica ora di latino. Non una semplice ora, ma l'ora della "verifichetta" di 40 frasi SENZA VOCABOLARIO!!
L'aria di disperazione era alta. Le prime due ore avevamo avuto l'assemblea di classe e poi un' ora di Promessi sposi. Nessuno ascoltava: tutti studiavano latino. Eddy si stava leggendo il micro dizionario inserito alla fine del libro; Raperonzolo ripassava e io pure!
Principalmente doveva essere una verifica sui "pronomi e aggettivi indefiniti"...li conoscete? Sono una interminabile sfilza di "quis" in tutte le versioni possibili. e in italiano si traduce come "qualcuno", "chiunque", "ciascuno", ecc..
Difficilissimi da imparare. Io sono stata interrogata su queste "bestie" e dopo essermi preparata per 4 giorni consecutivi ce l'ho fatta  e ho preso 7+.
Ma ora...senza vocabolario...come si fa?
PANICO TOTALE MENTRE SI ASPETTAVA LA PROF!
Raperonzolo dondolava sadica sulla sedia schiacciando con gran velocità il tappo automatico della penna nera, io mordevo il cappuccio della mia penna nera "bic" mordendomi le unghie in contemporanea (un esercizio sincro davvero impegnativo, credetemi).
Eddy iniziava a mangiare per controllare la tensione.
Dopo un quarto d'ora la prof sembrava  non farsi viva.
Raperonzolo e Silvy si ripetevano ossessionate:-speriamo che sia caduta giù dalle scale,speriamo che sia caduta giù dalle scale-
Ma proprio in quel momento è arrivata e ha consegnato le fatidiche schede da "imbrattare del nostro sudore e sangue".
-Sono semplici e divise in gruppi così non vi confondete i pronomi e gli aggettivi indefiniti- aveva detto disinvolta la prof mentre consegnava.
Beh, le "dolci" frasette erano frasi di una riga ed erano...53!!!
Io avevo studiato, ma c'erano numerose parole di cui nessuno di noi sapeva il significato.
Molto difficili. Non ci ha fatto fare la ricreazione e alla consegna tutti ci siamo lamentati.
Avremo 4 (il minimo). Io ne ho fatte più della metà senza finirle. Noi "latinari", considerati la pupilla fra tutte le scuole...in realtà chiedono solo il nostro sangue!!
Vi farò sapere come sono andate le frasi...speriamo bene =) (se no mi suicido dal pianerottolo).

venerdì 29 ottobre 2010

Recanati...che fatica!!

Appena di ritorno dalla gita a Recanati!
Chi non lo sa, è la patria di  Giacomo Leopardi, il noto poeta.
La partenza era stabilità per le 8 (un'ora normale).Sono andata con l'autobus come ogni mattina; mi sentivo molto agitata. Le partenze mi emozionano sempre.
Il bus era molto lussuoso e siamo riuscite a prendere un posto in fondo, fuori da occhi indiscreti.
Raperonzolo è una patita dei manga giapponesi ; nomi improbabili nella nostra lingua ed infatti non mi ricordo il titolo. Ricordo bene, però, un tipo attraente sempre a torso nudo, morto e poi risorto.
Dopo mi sono sparata tanta di quella musica metal...
Il tempo era uggioso, freddo. Per un istante è anche piovuto.
Mentre aspettavamo fuori dalla casa di Leopardi  la guida, facevamo stupide previsioni vedendo la prof entrare da sola dentro quella lussuosa casa. Per esempio:-adesso vediamo uscire la prof con mitra sotto braccio, sigaro fumante in mano e basco tipo il Che.- Sotto il suo impermeabile rosso tante cose preziose;  vaga per la strada inseguita dagli ufficiali saltando sui muri modello Catwoman. Ma lei, troppo furba, si nasconde  rotolando sotto una macchina parcheggiata,  riesce ad entrarci dentro rompendo con un pugno il finestrino; furtiva  incrocia i due famosi fili  da perfetta 007 e  scappa via urlando che mai nessuno avrebbe potuto fermarla.Se solo la Prof poetessa sapesse che la immaginiamo così'.......................... ci boccia a tutti! La guida  ci  ha portato all'ultimo piano della casa  dove c'e lo studio.
Lì il sole penetrava dalle finestre e faceva molto caldo.
Ero vestita pesante e all'improvviso mi è venuto un attacco di tosse che ormai mi uccideva. :-P
Poi la prof ci ha chiesto chi doveva andare in bagno; eravamo così cotti che l'abbiamo tutti seguita (!) credendo ci portasse in un'altra ala della villa.
Ci siamo rifocillati in una gastronomia  sede di un usuraio, visti i prezzi esagerati!
La visita è proseguita al museo: il colpo di grazia! "Carino quel porta sale&pepe!" abbiamo esclamato con gridolini estatici io, Raperonzolo e Amy.... ehmmmm era un calamaio....
Naturalmente non potevamo non vedere la mitica collina dell'infinito... ma che collina! Io ho visto solo un parcheggio  =)
Per il tragitto Raperonzolo e Amy sono state rincorse da delle api che non ha visto nessuno. Poverette..quando si dice che è ora di far basta coi giri... ;))
Terminato il tour era mezzogiorno: ora di pranzo per i normali viventi, ma noi no.
Siamo stati costretti a  prendere l'autobus ( Raperonzolo si stava ormai "suicidando" dal marciapiede) e abbiamo trovato come unico posto proprio quello dietro la prof (che sfiga!) e perciò... addio mangiata!!! "in autobus non si mangia!" noi........perchè nelle file in fondo...tutti se la facevano con un panino! Beati loro....
Per tutto il tempo non ho fatto altro che ascoltare musica su musica con gran noia e mi sono fatta il testo del concorso "Io e la musica" che consegnerò domani. (Spero di aver scritto di musica e non di panini col prosciutto).
Ecco la bellissima gita a Recanati!! Cosa ne pensate? Io sinceramente l'ho trovata molto faticosa e stressante. Non abbiamo visto molto e lo abbiamo fatto con molta superficialità. Per parafrasare quel film...: un paese di vecchi. Gli unici giovani, dei liceali col cappuccino; una ha chiuso la porta senza guardare e ha fatto ribaltare la profumata bevanda addosso ad un'amica.. Almeno una nota divertente!
 Domani verifica di latino (da suicidarsi) senza dizionario....40 FRASI!!!  Almeno dopo vado alle...Terme!!! Colgo l'occasione per augurarvi buon weekend!! ....A presto!!!
Giacomo Leopardi

biblioteca Leopardi

casa Leopardi

giovedì 28 ottobre 2010

Chi vuol fare ginnastica? Preferisco la mutilazione!!

Tutti sanno che un buon secchione odia la ginnastica. Non si può essere atletici e anche cervelloni. Credo che il problema derivi dal fatto che il sangue confluisce tutto al cervello rimanendo poco per il corpo.
Ebbene, immaginatevi una classe secchiona del liceo Classico..che cosa vi aspettate?
I maschi rimangono sempre maschi. Si buttano a terra per prendere una palla da pallavolo logorandosi le ginocchia, infischiandosene, e corrono come forsennati...insomma, questo problema avviene solo per noi giovani donne. Personalmente l'ora di ginnastica.......E' UNA VERA SCHIAVITÙ!
Preferisco due ore di latino...aspetta! Non esageriamo...
Resta il fatto che non mi piace, sono negata nella pallavolo! Eppure facciamo sempre pallavolo!!
Chi te lo fa fare a logorarti, a fratturarti un polso per prendere una palla? Io, anche se volessi, non ci riuscirei: non ne ho l'istinto.
Non abbiamo la palestra nella scuola e quindi dobbiamo prendere un pulmino che ci porta in un'altra palestra.
Le mie compagne odiano come me la ginnastica!! In particolare Raperonzolo!! L'abbiamo avuta due volte e già si è giustificata in entrambe. Sono tornata da poco dall'influenza e mi sono giustificata anche io.
-ah no! Se ti giustifichi tu, mi giustifico anch'io!- disse Raperonzolo.
Si, ma come fare? Che scusa trovare? Io ce l'avevo ma lei no.
Ginnastica era alle ultime due ore. Le lancette si muovevano e Raperonzolo stava andando nella disperazione più totale!!
-Fatemi qualcosa!- è arrivata urlando durante la ricreazione -datemi un calcio, un pugno, fatemi cadere! Fatemi male!-
La guardai e alzando le spalle le risposi indifferente pronta a darle un bel pugno secco sulla spalla.
-No!No!-urlò.
Ma il pugno era già stato dato e credo che le abbia lasciato il livido ;-)
Le consigliai di non dire niente alla prof e giustificarsi soltanto. Non rispose.
Mentre ci preparavamo a prendere il pulmino ha urlato con una gomitata a me e all'Amy (un'altra nostra amica di classe):-fatemi cadere dalle scale!-
Ancora la guardai indifferente:-va bene-
-No! No! Aspetta!!-
E non le feci niente.
Sul pulmino sembrava pronta per il trasferimento ad Auschwitz. Arrivata corsi a dare la notizia alla prof che accettò indifferente.
Raperonzolo mise tutta la forza che poté e disse le parole fatidiche:-anch'io!-
La prof non disse nulla neanche a lei.
Oggi eravamo in una nuova palestra e abbiamo giocato solo a pallavolo! Che fortuna che sono mancata ! =)
A noi  è stato affidato il compito di sorvegliare gli spogliatoi, perché non entrasse qualche intruso.
Ci siamo divertite e abbiamo parlato.
Dopotutto  non è andata male la giornata ;-) anche grazie ad un 7+ in latino! che non fa mai male :))
Domani Recanati alla casa di Leopardi! Vi aggiornerò sull'avventura in trasferta  della V ginnasio!!!

mercoledì 27 ottobre 2010

Collonne sonore: non un errore ma un nuovo gruppo!

Oggi la prof poetessa ha riconsegnato i temi per un concorso "Io e la musica".
Chiamata per studente P:-si, non hai fatto nessun errore a parte un errore ortografico " io adoro le collonne sonore". Spero che sia il nome di un nuovo gruppo-

Il legame tra Leopardi&Baudelaire

Durante l'ora di poesia si disputava che legame c'era tra Leopardi e Boudelaire.
-Mi passi la gomma?- chiesi a Raperonzolo
-Chi? Baudelaire ha la gobba?-

martedì 19 ottobre 2010

Due piccole pesti

Oggi non sono potuta andare a scuola perché ho una grande influenza.
Colpita dal mal di testa mi sono seduta sul divano mangiando un toast con il salame a guardare la tv.
Ero felicemente coccolata dai miei due "tesori": Chanel e Pollyanna.
La prima è una gattina per il nasino tutto nero. Dormiva nella cesta dei panni appena lavati sull' assa da stiro vicino.
La seconda era per fortuna stesa comodamente a terra in attacco da sonno profondo.
Tutto tranquillo...per ora!
Stavo per agguantare l'ultimo boccone della mia colazione quando con mossa agile Polly è salita sul mio divano strappandomi dalle mani il pezzo di toast e tornando a divorarselo a terra tranquilla.
Ormai ci ho fatto l'abitudine: è una gran golosona irruente!
Chanel

Pollyanna dopo aver divorato il toast
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...